Integrazione architettonica-conto energia

 

 

Il nuovo decreto legislativo del conto energia contiene tra le maggiori novita'una maggiore incentivazioni per chi adottera' soluzioni di integrazione architettonica. La tariffa incentivante per la vendita di energia elettrica al gestore GSE (ex GRTN) e' maggiorata se i pannelli fotovoltaici saranno integrati architettonicamente.

Il DM 19/02/2007 definisce tre tipologie d’integrazione ai fini della determinazione della tariffa incentivante da riconoscere a ciascun impianto fotovoltaico:


1) impianto non integrato
2) impianto parzialmente integrato
3) impianto con integrazione architettonica


L’impianto fotovoltaico non integrato è l’impianto con moduli installati al suolo, ovvero collocati sugli elementi di arredo urbano e viario, sulle superfici esterne degli involucri degli edifici, di fabbricati e strutture edilizie di qualsiasi funzione e destinazione con modalità diverse da quelle previste per le tipologie 2) e 3).


Per il riconoscimento della parziale integrazione l’allegato 2 del citato decreto ministeriale descrive tre specifiche tipologie d’intervento.
Per il riconoscimento dell’integrazione architettonica l’allegato 3 dello stesso decreto ministeriale descrive dieci specifiche tipologie d’intervento.
Per rendere agevole e trasparente l’interpretazione di quanto previsto nei menzionati allegati, il GSE pubblicherà un documento che illustrerà in apposite schede le tredici tipologie specifiche d’interventi, definendo i requisiti minimi, funzionali ed architettonici, che ciascun impianto dovrà soddisfare per ottenere il riconoscimento della parziale
o totale integrazione architettonica.

Myenergy sviluppa parcheggi di automobili, tettoie,balaustre, pensiline integrati architettonicamente.

Visita il sito ufficiale di Myenergy: vendita ed installazione in tutta Italia sistemi solari con pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica e impianti di riscaldamento ad energia solare.