Detrazioni Fiscali 2019: Agevolazioni per il fotovoltaico.

detrazioni fiscali fotovoltaico residenziale

Detrazioni Fiscali per Fotovoltaico e riqualificazione energetica: novità di questo Ecobonus.

Certo che si è parlato molto della nuova legge di Stabilità negli ultimi giorni.

La nuova Legge di Bilancio, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale, è ora in vigore. Tra le varie misure, abbiamo delle detrazioni fiscali prorogate fino al 31 dicembre 2019. Tuttavia, proviamo a fare un po’ di chiarezza sul tema.

Detrazioni fiscali per fotovoltaico residenziale

Anche nel 2019 chi installa un impianto fotovoltaico residenziale può ottenere le detrazioni fiscali del 50% sul totale delle spese sostenute, e questo è ottimo.

Uguale allo scorso anno, la detrazione viene ripartita in 10 rate annuali ed è confermata l’IVA agevolata al 10% per un tetto massimo di spesa di 96.000 €.

Questa detrazione non è applicabile però solo al fotovoltaico, ma anche alla ristrutturazione e al recupero edilizio. Infatti, comprende:

  • Ristrutturazioni edilizie per abitazioni autonome e condomini
  • Manutenzione straordinaria: coibentazione, isolamento acustico
  • Manutenzione ordinaria: sostituzione pavimenti, tinteggiatura e rivestimenti
  • Impianti per la sicurezza: porte blindate
  • Rimozione barriere architettoniche

NOVITÀ:

  • Riduzione della dispersione del calore: cappotto termico, sostituzione infissi e serramenti
  • Installazione Schermature Solari

Il nuovo Ecobonus

Le detrazioni fiscali del 65%,così come le conosciamo, sono state prorogate fino al 31 dicembre 2019 per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica:

  • Sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento con: pompe di calore, caldaie ad alta efficienza + valvole termostatiche
  • impianto solare termico
  • impianto termodinamico

Ecobonus: Importo massimo detraibile

L’importo massimo di spesa ammessa all’Ecobonus nel 2019 e utile a determinare l’ammontare della detrazione Irpef:

  • 100.000 € per gli interventi di riqualificazione energetica
  • 60.000 € per gli interventi sull’ involucro dell’edificio
  • 30.000 € per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, ovvero installazione di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza
  • 60.000 € per l’installazione di pannelli solari utili alla produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici.

Incentivi fiscali per condomini

Questa nuova normativa ci porta grandi novità per le detrazioni fiscali dei condomini che subiscono una maggiorazione degli incentivi. Infatti, gli interventi che interessano l’involucro dell’edificio e quelli utili a migliorare la prestazione energetica, si beneficiano di una maggiorazione:

  • 70% per interventi che riguardano l’involucro dell’edificio e che abbiamo un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda.
  • 75% per interventi che possono migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva dell’edificio.

Ci sarà la possibilità di cedere lo sgravio fiscale non solo alle ditte che fanno i lavori, ma anche a soggetti terzi. Questo rappresenta un punto importante da considerare, poiché consente anche il beneficio de lo sgravo fiscale a terzi.

Bonus mobili

Come un’ultima questione, è stato confermato anche il bonus mobili, cioè la possibilità di detrarre il 50% delle spese sostenute per gli arredi di un immobile oggetto di ristrutturazione viene anch’esso prorogato al 31 dicembre 2019.

Mentre, il tetto massimo di spesa è sempre pari a 10.000 €.

Vuoi saperne di più sul Ecobonus?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *